Morey Saint Denis

morey saint denis vini di Borgogna in vendita online su Grandi BottiglieMorey-Saint-Denis: un comune in rapida ascesa

Il comune di Morey Saint Denis si è costruito faticosamente, solo nel corso degli anni, una propria reputazione autonoma, costretta territorialmente, da sempre, tra i due ben più noti comuni di Gevrey Chambertin e Chambolle Musigny; nonostante la presenza di quasi 5 Grand Cru (quello di Bonnes-Mares è, infatti, condiviso con il comune di Chambolle).


La ragione di questa sudditanza è dovuta al fatto che, per intere generazioni, i coltivatori locali, incoraggiati in questa operazione dai nègociant della zona, hanno assecondato la volontà che i vini di Morey Saint Denis fossero venduti con la denominazione della vicina Gevrey Chambertin (il cui blasone, già consolidato da tempo, si rivelava commercialmente più spendibile); ciò ha fatto si che, per moltissimi anni, la critica enologica certificasse l'inferiorità di questo comune, declassandolo, nelle cronache, ad una località di mero transito tra le più blasonate appellazioni di Gevrey a nord, e di Chambolle a sud.
Vi è comunque autorevole critica che sostiene che, prima della AOC, i vini di questo comune fossero addirittura venduti sotto la denominazione di Pommard. 


Morey-Saint-Denis possiede 64 ha destinati a vini village, 44 ha a vini Premier Cru e 40 ha a vini Grand Cru; di questi ultimi, ne vanta la presenza di ben quattro, che si estendono per un terzo della superficie vitata complessiva.


Dal punto di vista del terroir, questo è un comune complesso: geologicamente non presenta rilevanti differenze rispetto a Gevrey Chambertin, con la stesa placca profonda di calcare giurassico. La percentuale di ciottoli è alta (dal 22 al 35%) come a Gevrey.  Le esposizioni sono identiche e puntano quasi ovunque al pieno est.


Quel che invece cambia sono le altitudini e le pendenze. Il Mont-Luisant la piccola regione posta al confine settentrionale di Morey è tra le vigne più scoscese della Cote de Nuits e supera i 360 metri; le vigne sovrastanti il Clos de Lambrays non sono da meno.


A livello gustativo i rossi hanno spessore e carisma e una certa reticenza da giovani, è raro che i vini siano tannici (eccezione senza dubbio il Clos de Tart), ma è anche raro che l’eleganza sia un aggettivo speso in abbondanza nei vini di Morey. Normalmente come descrittori ritroviamo i frutti di bosco scuri, liquirizia, tabacco e spezie. Nel comune ci sono anche 5 ettari di vigneti Chardonnay di cui poco più di uno classificato premier cru.


Percorrendo l'arteria stradale che attraversa tutti i comuni della Cote d'Or, la Route des Grand Crus, da nord a sud, si incontra il primo di essi, il Clos de la Roche (16,90ha) ed è il più vasto; è ubicato su terreni bruni e calcarei, è condiviso da una trentina di produttori e produce vini dalla spiccata mineralità ed energia; è il naturale prolungamento del Latricieres Chambertin. Il vino Clos de la Roche è splendido, è un rosso trasparente, sottile, nettamente ferroso e spesso con note di agrume amaro, fiori selvatici e torrefazione. Ha grande complessità e potenza sapida, classe infinita. Arduo da avvicinare per i primi due-tre anni e dà il meglio di sé solo al sesto-settimo.


Si prosegue incontrando il Clos Saint Denis (6,62ha), che determina vini aggraziati (tanto da essere definiti i "Mozart della Cote de Nuits”), di una più immediata eleganza se paragonati alla struttura ed eleganza del Clos de la Roche. Vino sontuoso, sferico, dalla trama raffinata e morbida, dagli aromi freschi e dalla perfezione tannica che lascia stupefatti. Non è mai un vino inquieto o spigoloso ma quasi sempre armonioso.
Diversa la situazione per gli altri due Grand Cru: i Clos de Lambrays (8,84ha) e Clos de Tart (7,53ha), vinificati in monopolio (non del tutto, il primo), coltivati in pratica nel cuore del piccolo abitato di Morey e contigui allo Chambertin, di cui ne eguagliano fama e qualità dei terreni. 

Il Clos de Lambrays è un vino dal tono misurato, equilibrato e distinto, con la tipica speziatura di Morey. 
È un vero e proprio inno al comune del quale simboleggia forse meglio di tutti gli altri vini che vi si producono l’aspetto austero, profondo e celebrale.
Il Clos de Tart è il più corpulento e profondo vino di Morey Saint Denis e tra i più maturi e caldi della Cote de Nuits. In annate calde e siccitose ne emerge un carattere ardente, possente, tannico  e cupo.Il colore a volte ha riflessi nerastri. Nei millesimi freschi e regolari il Clos de Tart si rivela grandioso, morbido e complesso e ricco di sapore, nobilitato da indizi floreali e speziati al naso, con una tensione, freschezza e persistenza minerale da rendere l’assaggio un vero piacere.

I Premiers Cru sono una ventina. I vini di Morey Saint Denis rappresentano una sintesi efficace tra la potenza espressiva dei vini di Gevrey Chambertin e la suadente grazia degli Chambolle Musigny; rispetto a questi ultimi si presentano mediamente più strutturati, meno fragranti e più flessibili; rispetto a quelli di Gevrey Chambertin, invece, si manifestano meno robusti e vigorosi; nelle migliori versioni, questi vini esprimono un frutto succoso, godibile e lussureggiante, che li rende immediatamente riconoscibili e di grande appeal.

Mostra di più
Mostra di meno
Tortochot Morey Saint Denis 2018 Grandi Bottiglie
Disponibile
Domaine Bruno Clair Morey Saint Denis en la rue de Vergy 2018 Grandi bottiglie
Disponibile
domaine des monts luisants morey saint denis en pierre virant 2017 grandibottiglie
Disponibile
Bruno Clair Morey St Denis En La Rue de de Vergy 2017 Grandi Bottiglie
Disponibile

CLOS SAINT DENIS 2017 AMIOT SERVELLE Grandi Bottiglie
Ultimi articoli in magazzino
MOREY SAINT DENIS 1ER CRU MONTS LUISANTS 2017 DOMAINE MONTS LUISANTS Grandi Bottiglie
Disponibile
CLOS DE LA ROCHE GRAND GRU 2017 DOMAINE MONTS LUISANTS Grandi Bottiglie
Disponibile
MOREY SAINT DENIS 1ER CRU LES GENAVRIERES 2017 DOMAINE MONTS LUISANTS Grandi Bottiglie
Disponibile
CLOS DE LAMBRAYS MAGNUM 2012 DOMAINE DES LAMBRAYS Grandi Bottiglie
Ultimi articoli in magazzino

Filtra per

Classificazione
di più... di meno
Produttore